• Sequenze

    Sequenza del “sole”, per renderti pieno di energia, estroverso ed entusiasta

    Titolo originale: Surya Kriya.

    Quella che segue è una delle sequenze di base, ottima per chi inizia a praticare questo stile di yoga. Anche se, nella sua semplicità, vi troverai molti elementi importanti che caratterizzano in generale il Kundalini Yoga, come le “rane”, o il Sat Kriya, due pratiche fondamentali, che possono essere fatte anche da sole, che è bene imparare a fare in modo corretto. Una piccola sequenza che ti permetterà anche ti scoprire come organizzarti per mettere in pratica tutti gli elementi richiesti per ogni singolo passaggio e nella sua totalità.

    Ti ricordo che più sarai attento a tutti dettagli, più cercherai di rispettare quello che i maestri hanno organizzato, più gli effetti saranno efficaci.

    Prima di iniziare la pratica della sequenza

    Se hai deciso di fare questa sequenza e non hai mai praticato il Kundalini yoga, per favore leggi questo post che ho scritto, dove illustro come aprire e chiudere lo spazio dello yoga. Segui il più possibile le istruzioni. https://adharmapiaceloyoga.com/struttura-di-una-lezione-di-yoga-kundalini/

    Oppure guarda questo video:

    Brevemente ti ricordo che:

    • è fondamentale aprire con i mantra destinati, e poi alla fine chiudere con gli altri.
    • rispetta la costruzione della sequenza, e non superare i tempi massimi dati.
    • puoi ridurre i tempi per iniziare, fallo in proporzione tra tutti.
    • il respiro se non è indicato altrimenti, è tutto con il naso.
    • gli occhi sono, di base, chiusi focalizzati al terzo occhio.
    • va fatto vibrare il nantra SAT in ogni inspiro e il mantra NAM in ogni espiro.

    Per mantenere il tempo in modo corretto ti suggerisco l’utilizzo di un timer. Io continuo a servirmi del modello che illustro in questo articolo:

    https://adharmapiaceloyoga.com/praticare-e-insegnare-yoga-con-lutilizzo-del-timer/

    LA SEQUENZA

    COMMENTO ORIGINALE: questo kriya/sequenza prende il suo nome dall’energia solare “surya”. Quando avete molta “energia solare” non vi raffreddate, siete energetici, espressivi, estroversi ed entusiasti. È l’energia della purificazione. Mantiene il peso basso. Aiuta la digestione. Rende la mente chiara, analitica e orientata all’azione. Gli esercizi stimolano sistematicamente la forza pranica positiva e l’energia kundalini stessa. Questo Kriya dovrebbe far parte, di tanto in tanto, della vostra sadhana regolare, per costruire la forza del corpo, e la capacità di concentrarsi su molti compiti.

    Posizione N° 1- Respirazione attraverso la Narice Destra.

    Posizione: Siediti nella “​​Posizione Facile” a gambe incrociate sul pavimento, cercando di mantenere la schiena dritta.

    Mudra: appoggia la mano destra sul ginocchio in Gyan Mudra ( la punta del pollice a contatto con la punta del dito indice).

    Occhi: chiusi focalizzati al terzo occhio.

    Respiro: Chiudi la narice sinistra con il pollice sinistro. Le altre dita della mano sinistra sono allungate verso l’alto. Inizia a fare respiri potenti, lunghi e profondi con la narice destra. Concentrati sul flusso del respiro.

    Mantra: ad ogni ispirazione vibra mentalmente il mantra Sat, ad ogni espirazione Naam.

    Durata: da un minimo di 3 minuti ad un massimo di 5.

    Per chiudere: ferma il respiro dalla narice destra, inspira da tutte e due le narici, espira e rilassa la posizione.

    Commento: Questo esercizio attiva il respiro solare” e ti dà una mente chiara e focalizzata.

    Posizione N° 2- Sat Kriya

    Qui trovi un articolo che ho dedicato a questa importantissima pratica, che può essere fatta anche da sola, così che se vuoi potrai approfondirla 👇

    Posizione: siediti sui talloni con le braccia sopra la testa e i palmi uniti.

    Mudra: Intreccia tutte le dita eccetto gli indici, che puntano in alto. Gli uomini incrociano il pollice destro sul sinistro e le donne il pollice sinistro sul destro.

    Occhi: chiusi focalizzati al terzo occhio.

    Vibrazione del mantra e movimento: per fare il Sat Kriya comincia a vibrare a voce alta ritmicamente il mantra Sat Naam, unendo alla vibrazione del mantra il movimento dentro e fuori dell’ombelico. Con il Sat tiri in dentro l’ombelico, con il Naam lo rilasci.

    Cautele: fai il movimento dell’ombelico in modo molto lieve se sei una donna e hai le meustrazioni, oppure non farlo proprio. Se sei incinta non fare proprio questo passaggio.

    Durata: 3 minuti massimo + altri 3 minuti massimo. Questo vuol dire che ogni volta che termini i primi 3 minuti devi chiudere com’è spiegato sotto, per poi rifarlo dopo i secondi 3 minuti. Da istruzioni della sequenza non c’è pausa tra un passaggio e l’altro, ma se sei molto in difficoltà per stare i 6 minuti complessivi nella posizione della roccia, allunga velocissimamente le gambe, oppure prendi tutte le precauzioni per stare al meglio nella posizione.

    Per chiudere: mantenendo la posizione nella sua totalità, inspira, sospendi il respiro, applica il Mulabandha( contrai ano, organi genitali e ombelico) e immagina la tua energia che si irradia dal Punto dell’Ombelico e circola per il corpo per circa 15/20 secondi. Rilassa. Dopo aver ripetuto l’esercizio per altri 3 minuti, inspira, tieni e applica il Mulabandha e attira tutta l’energia nella punta delle dita per circa 15/20 secondi. Rilassa. A chiusura dei due passaggi, prima di andare subito a gambe incrociate, allunga per un istante le gambe in avanti.

    Commento: questo esercizio serve a rilasciare l’energia conservata nel Punto dell’Ombelico.

    Posizione N° 3-Flessione della Spina Dorsale.

    Posizione: torna a sederti nella “​​Posizione Facile” a gambe incrociate sul pavimento, cercando di mantenere la schiena dritta. Afferra gli stinchi con entrambe le mani.

    Movimento e respiro: inspirando allunga la colonna vertebrale in avanti, cercando di aprire il petto, sollevandolo e spingendolo in avanti. Espirando lascia che la spina dorsale si fletta indietro. Mantieni la testa ferma e dritta durante le flessioni della colonna vertebrale.

    Occhi: chiusi focalizzati al terzo occhio.

    Mantra: ad ogni ispirazione vibra mentalmente il mantra Sat, ad ogni espirazione Naam. Ad ogni espirazione applica il mulabandha.

    Aggancia le mani alla gamba davanti.
    Inspirando fletti in avanti la colonna.
    Espirando inarca indietro la colonna.

    Durata: 108 flessioni massimo. Una flessione comprende l’inspirare in avanti e l’espiro indietro.

    Per chiudere: fermando il movimento della colonna, riallineandola al centro, inspira profondamente, tieni l’aria dentro brevemente con la colonna vertebrale perfettamente dritta. Espira e rilassa.

    Commento: Questo esercizio porta l’energia kundalini rilasciata lungo il corso della spina dorsale, e aiuta la sua flessibilità.

    Posizione N° 4-Le rane.

    Cautele: questa posizione non va fatta dalle donne con le meustrazioni e chi ha problemi di pressione alta e anche dalle donne incinte. Attenzione anche a chi ha problematiche alle ginocchia. In tutti questi casi, la posizione può essere saltata.

    Posizione: metti le dita dei piedi a terra, talloni uniti e sollevati da terra. Le dita della mano sono ben stese e aperte, poggai la punta delel dita a terra tra le ginocchia. Mantieni la testa diritta.

    Occhi: chiusi focalizzati al terzo occhio.

    Movimento e respiro: Inspirando solleva in alto i glutei. Abbassa la fronte verso le ginocchia e mantieni i talloni sollevati. Espirando torna alla posizione iniziale accovacciata, facendo attenzione a risollevare la testa.

    Posizione di partenza della rana, e di ritorno con l’espiro.
    Inspirando solleva i glutei in alto.

    Durata: 26 rane massimo.

    Per chiudere: Inspirando torna a sollevare su i glueti, rimani su tenendo l’aria dentro per circa 15/20 secondi, quindi espira scendendo e rilassa.

    Commento: questo esercizio trasforma l’energia sessuale.

    Questa sequenza la trovi in questo fantastico manuale 👇

    Yogi Bhajan

    Sadhana Guidelines

    Il manuale fondamentale per chi pratica Kundalini Yoga

    Acquista

    Posizione N°5-Rotazioni del Collo

    Posizione: siediti sui talloni, metti le mani sulle cosce. Con la colonna vertebrale dritta.

    Occhi: chiusi focalizzati al terzo occhio.

    Movimento e respiro: inspira profondamente mentre giri lateralmente la testa a sinistra. Espira completamente quando giri la testa a destra.

    Mantra: ad ogni ispirazione vibra mentalmente il mantra Sat, ad ogni espirazione Naam.

    Inspirando ruota la testa a sinistra.
    Espirando ruota la testa a destra.

    Durata: 3 minuti massimo.

    Per chiudere: ferma il movimento della testa riportandola al centro. Inspira profondamente, tieni l’aria dentro per circa 15/20 secondi, espira e rilassa la posizione. Come prima, se ne hai necessità, riallunga per un istante le gambe in avanti.

    Commento: questo esercizio apre il Chakra della Gola, stimola la circolazione verso la testa, e lavora sulle ghiandole tiroidee e delle paratiroidi.

    Posizione N° 6-Piegamento della Spina Dorsale

    Posizione: siediti in ​​”Posizione Facile”. Afferra le spalle con le dita davanti e i pollici dietro. La parte superiore delle braccia e i gomiti sono paralleli al suolo.

    Occhi: chiusi focalizzati al terzo occhio.

    Movimento e respiro: inspira mentre ti pieghi con il busto a sinistra, ed espira piegandoti a destra.

    Mantra: ad ogni ispirazione vibra mentalmente il mantra Sat, ad ogni espirazione Naam.

    Inspirando flettiti a sinistra.
    Espirando piegati a destra.

    Durata: 3 minuti massimo.

    Per chiudere: ferma il movimento al centro, mantieni la posizione. Inspira profondamente, tieni l’aria dentro per circa 15/20 secondi, espira e rilassa la posizione.

    Commento: Questo esercizio flette la colonna vertebrale, distribuisce l’energia in tutto il corpo e bilancia il campo elettromagnetico.

    Posizione N° 7-meditare

    Posizione: siediti in ​​una perfetta posizione meditativa con la schiena dritta.

    Occhi: chiusi focalizzati al terzo occhio.

    Mudra: appoggia la mani sulle ginocchia in Gyan Mudra ( la punta del pollice a contatto con la punta del dito indice).

    Articolazione della meditazione: tira dentro il Punto dell’Ombelico, mantieni questa pressione dell’ombelico in dentro mentre applichi il Mulbandh completo. Mentre mantieni la contrazione lascia libero il respiro e osservane il flusso. Durante l’ispirazione ascolta il mantra Sat nel silenzio, durante l’espirazione ascolta il mantra Naam nel silenzio.

    Durata: 6 minuti o più.

    Per chiudere: mantieni la posizione. Per 3 volte di seguito inspira profondamente, tieni l’aria dentro per circa 15/20 secondi mantenendo la contrazione di Mulabandha, espira e rilassa la posizione dopo la terza volta.

    Commento: questo ti porterà in una profonda meditazione auto-curativa.

    Rilassamento finale

    Se fai questa sequenza anche solo una volta, inserisci alla chiusura sempre un rilassamento di circa 9/11 minuti, steso a terra nella posizione del cadavere. Soprattutto organizzati anche per uscire dal rilassamento nel modo indicato che trovi nel link che ti segnalo più sotto.

    Uscita rilassamento:

    A questo link trovi la spiegazione su come fare a venire fuori dal rilassamento. https://adharmapiaceloyoga.com/come-si-esce-dal-rilassamento-nel-kundalini-yoga/

    TEMPI TOTALI RIASSUNTI

    Posizione 1: 3-5 minuti massimo. Posizione 2: 3 +3 minuti massimo.Posizione 3: 108 volte massimo.Posizione 4: 26 volte massimo. Posizione 5: 3 minuti massimo. Posizione 6: 3 minuti massimo. Meditazione finale: da 6 minuti e anche oltre.

    CARI YOGI E YOGINI BUONA PRATICA!

    Fammi sapere se stai facendo questo pranayama e come va. Per qualsiasi dubbio o perplessità, per qualsiasi cosa scrivimi.

    Ti aiuterò con piacere.

    Dharma Kaur

    A SUPPORTO DEL MIO SERVIZIO:

    Per sostenere il mio impegno gratuito nel diffondere il Kundalini yoga, ti faccio qualche proposta di lettura e articoli che potranno servirti per la tua pratica e la tua ricerca evolutiva.

    Se farai acquisti entrando da qui mi potrai poi sostenere.

    Quindi un immenso grazie🙏

    Manuali di Kundalini yoga in italiano facili da reperire:

    Kundalini Yoga
    Kundalini Yoga e la Meditazione
    L’evoluzione a un mondo centrato sul cuore
    Prana Prani Pranayama
    Le tecniche di respirazione del Kundalini Yoga. Dagli insegnamenti di Yogi Bhajan
    La Kundalini
    L’Energia Divina in Noi

    Qualche articolo per la tua pratica:

    Tappetino Yoga Mat Classic
    Spessore 4 mm
    Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere
    Coperta Yoga Savanasa

    Set Yoga - Tappetino, Cuscino e Custodia Tappetino
    Set completo per praticare yoga
    Cuscino Mezzaluna Pula con Fiore di Loto Ricamato
    Imbottitura in pula di grano saraceno
    Bottiglia in Rame Disegno Kashmir
    Cuscino da Meditazione Lotus - Basso
    h.10 cm
    Cuscino per Occhi alla Lavanda
  • Potrebbero interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento