• Sequenze

    sequenza per il chakra del cuore

    Tante sono le pratiche nel Kundalini Yoga dedicate al cuore.

    Quella che condivido in questo articolo è a mio avviso uno dei set più belli.

    Mette in atto un sofisticato lavoro piscofisico sul sistema circolatorio di base stimolando il cuore.

    Sono sicura che anche tu ormai ti sarai reso conto di quanto sia importante avere una capacità di amare, di manifestare accudimento, rispetto, empatia e tutto quello che può significare per te la parola AMORE, nella tua vita, verso le persone a cui tieni, quelle preziose che ti scaldano … appunto il cuore ☺️

    Abbiamo questo potenziale di vivere attraverso questo fondamentale centro di accoglienza pace e gioia, ma putroppo per noi non è così facile avere un centro del cuore aperto. Se lo fosse non esisterebbero tante pratiche dedicate.

    Mi auguro che una sequenza come questa possa rivelarsi per te un prezioso alleato per espandere il tuo potere più importante: quello di essere capace di Amare! ❤️

    Buona pratica!

    Trovi questa sequenza in questo manuale, dedicato ai 7 maggiori chakra:

    LA SEQUENZA

    Brevemente ti ricordo che:

    • è fondamentale aprire con i mantra destinati, e poi alla fine chiudere con gli altri.
    • rispetta la costruzione della sequenza, non superare i tempi massimi dati.
    • puoi ridurre i tempi per iniziare.
    • il respiro se non è indicato altrimenti, è tutto con il naso.
    • gli occhi sono di base chiusi focalizzati al terzo occhio.
    • devi vibrare mentalmente il nantra SAT in ogni inspiro e il mantra NAM in ogni espiro.

    Puoi anche praticarla con me sul muìio canale Youtube:

    Passaggio N°1

    Posizione: siediti sul tallone sinistro, la gamba destra è distesa in avanti, il piede è steso, le ginocchia si toccano. Ricorda di mantenere la colonna vertebrale diritta, e di piegare e bloccare il mento verso il petto. Le braccia sono tese davanti, ben dritte e parallele al suolo. I palmi sono a contatto.

    Occhi: chiusi e focalizzati al 3° occhio.

    Variante: se dovesse rivelarsi per te difficoltoso sederti sul tallone, puoi tenere la gamba piegata verso l’esterno appoggiando la pianta del piede contro l’interno della coscia ( vedi la foto più sotto). Non è esattamente la stessa cosa, ma è un modo per andare verso la posizione completa e comunque iniziare a costruire il flusso della sequenza.

    Se tenendo la posizione provi dolore, o iniziano a tremare le mani o si intensifica il dolore nella spalla, questo indica canali energetici bloccati. Lascia che la tua mente venga sfidata e permetti al dolore di accadere. Concentrati sul respiro e sostieniti.

    Variante

    Chiusura: tenendo la posizione inspira, tieni l’aria dentro per circa 15/20 secondi, quindi espirando rilassi tutto. Cambia gamba per ripetere il tutto.

    Durata: 7 minuti e 1/2 massimo per gamba.

    Passaggio N°2

    Posizione: siediti a gambe incrociate in posizione facile. Per inziare parti tenendo le braccia piegate con i pungi davanti al petto ( vedi foto sotto).

    Occhi: chiusi e focalizzati al 3° occhio.

    Respiro e movimento:

    • inspirando stendi le braccia a fomare un angolo di 60 gradi verso i lati. I palmi saranno spalancati rivolti verso l’alto con le dita allargate ( vedi foto più sotto).
    • espirando, piega il pollice portando la punta del dito contro la base del mignolo e piega le dita sul pollice creando un pugno. Porta i pugni davanti il petto.

    Vai avanti in questo modo, mantenendo un ritmo lento e tranquillo.

    Posizione di partenza e da fare nell’espiro

    Mudra:

    Inspirando vai nella posizione.

    Chiusura: inspirando torni a stendere le braccia a 60° con le mani aperte e rimani nella posizione tenendo l’aria dentro per circa 15/20 secondi, quindi espirando rilassi tutto.

    Durata: 5 minuti massimo.

    Passaggio N°3

    Posizione: Seduto in posizione facile. Durante l’intero esercizio, mantieni la colonna vertebrale dritta. Nella posizione devi fare questo movimento coordinandolo con il respiro:

    A. Inspirando– Inizia con il braccio destro tenuto dritto vicino all’orecchio destro, anche le dita sono tese. Il braccio sinistro, è tenuto davanti al petto sinistro con la mano chiusa a pugno, e rimarrà così per tutto l’esercizio.

    B. Espirando stira il braccio sinistro verso l’alto portando il pugno sinistro il più possibile vicino all’orecchio sinistro. Contemporaneamente piega il braccio destro portando la mano destra davanti il petto, la mano si chiude a pugno.

    Quindi riassumendo fai molta attenzione durante l’esercizio: la mano sinistra rimane chiusa a pugno mentre si muove su e giù, a differenza della mano destra che cambia con le dita diritte quando è su e a pugno quando è giù.

    Occhi: rimangono chiusi focalizzati al terzo occhio.

    Porta l’attenzione al centro del cuore e al respiro. Continua, alternando le braccia con respiri lunghi e profondi.

    Inspirando
    Espirando

    Chiusura: nella fase dell’inspiro fai il movimento abbinato, ti fermi e rimani nella posizione tenendo l’aria dentro per circa 15/20 secondi, quindi espirando rilassi tutto.

    Durata: 5 minuti massimo.

    Passaggio N°4

    Posizione: seduto in posizione facile. Prendi questa postura per iniziare: le braccia sono davanti al petto parallele al suolo, le mani pendono mollemente dai polsi (vedi foto B sotto).

    Nella posizione devi fare questo movimento coordinandolo con il respiro:

    A. Inspirando– stringi entrambe le mani a pugno e solleva le braccia a creare un un angolo di circa 60 gradi, allo stesso tempo tira indietro le spalle più forte che puoi.

    B. Espirando riporta le mani e braccia nella posizione di partenza riallineando le spalle sopra le anche.

    Occhi: rimangono chiusi focalizzati al terzo occhio.

    Inspirando
    Espirando

    Chiusura: nella fase dell’inspiro fai il movimento abbinato, ti fermi e rimani nella posizione tenendo l’aria dentro per circa 15/20 secondi, quindi espirando rilassi tutto.

    Durata: 3 minuti massimo.

    Prima di iniziare il passaggio seguente, rimani fermo seduto a gambre incrociate con le mani sulle ginocchia e respira in modo spontanteo e rilassati per 3 minuti.

    Passaggio N°5

    Vieni sdraiato sulla schiena. Le mani saranno in Venus Lock, il pollice destro sopra il sinistro. Il pollice destro premerà sul tumulo. Metti le mani in Venus Lock sulla punta dell’ombelico. (Ricorda che durante questo esercizio tieni le gambe dritte e i talloni che si toccano). A) Inspira e siediti. B) Espirare e sdraiarsi di nuovo. Continuare lentamente e delicatamente per 3 minuti

    Posizione: portati a terra sulla schiena. Le mani saranno nel Mudra della stretta di venere contro l’ombelico.

    Nella posizione devi fare questo movimento coordinandolo con il respiro:

    A. Inspirando– vieni su e piegati con il busto verso le gambe il più possibile.

    B. Espirando troni a stenderti sulla schiena.

    Occhi: rimangono chiusi focalizzati al terzo occhio.

    Mudra della stretta di Venere: la donna porta il mignolo destro sotto quello sinistro, l’uomo fa l’opposto. Poi si intrecciano le dita. la donna porta giù il pollice destro e di fianco il sinistro, l’uomo fa l’opposto.

    Inizio e fase dell’espiro

    Inspirando e chiusura

    Chiusura: nella fase dell’inspiro fai il movimento abbinato, ti fermi e rimani nella posizione tenendo l’aria dentro per circa 15/20 secondi, quindi espirando torni giù e rilassi tutto.

    Durata: 3 minuti massimo.

    RILASSAMENTO

    POSTURA: stenditi a terra in Shavasana o la posizione del “cadavere”.

    Cerca di considerare nella tua pratica sempre il momento del rilassamento. Se proprio non riesci a farlo di 11 minuti, fallo almeno di 8 minuti. Soprattutto organizzati anche per uscire dal rilassamento nel modo indicato che trovi nel link che ti segnalo più sotto.

    Uscita rilassamento:

    A questo link trovi la spiegazione su come fare a venire fuori dal rilassamento. https://adharmapiaceloyoga.com/come-si-esce-dal-rilassamento-nel-kundalini-yoga/

    IMPORTANTE PER CHI NON CONOSCE IL KUNDALINI YOGA

    Prima di iniziare la pratica della sequenza

    Se hai deciso di fare questa sequenza e non hai mai praticato il Kundalini yoga, per favore leggi questo post che ho scritto, dove illustro come aprire e chiudere lo spazio dello yoga. Nel Kundalini Yoga è molto importante rispettare questo aspetto, ti prego di organizzarti per farlo.

    Come si apre e si chiude una pratica di Kundalini Yoga

    Qualche manuale di Kundalini Yoga:

    Kundalini Yoga e la Meditazione
    Kundalini Yoga
    Kundalini Tantra
    La Kundalini
    L’Energia Divina in Noi

    Al servizio della tua pratica:

    Cuscino Zafu Zen Fantasia - Alto
    Cuscino per meditazione o yoga
    Scialle in Cashmere da Meditazione
    100% lana
  • Potrebbero interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento