• Sequenze

    Sequenza per sopravvivere allo stress in 9 minuti

    Titolo originale ” Sollievo dallo stress” insegnata da Yogi Bhajan nel 7 giugno 1994

    Lo stress è ormai imputato come la causa principale di tanti infiniti problemi che attanagliano l’essere umano di oggi. Qualsiasi cosa non va è per lo stress: sei stanco da stress, ti ammali è lo stress, non rendi sul lavoro è a causa dello stress, tratti male gli altri per forza sei stressato! Ormai nei messaggi passati attraverso i media, i video, gli articoli, i libri, tutto viene ricondotto allo stress.

    Io penso sempre di più che se manterremo questo stile di vita così frenetico per i ritmi inumani lavorativi, la pressione sul raggiungimento di prestazioni intense di studio, d’amore, sportive, familiari, di bellezza, di successo per tutti, lo stress, quello che apre la porta a malattie e saurimento e altro ancora, sarà sempre di più un nostro compagno fedele di vita.

    Quindi all’interno di una vita “turbinante”, piccole pratiche yogiche come questa possono fare la differenza. Forse per interrompere un circuito di esaurimento ormai diventato eccessivo, fare una breccia per passare ad impegni di pratica di yoga più intensi. Perchè è l’impegno e la pratica costante a darci stati di consapevolezza che possono rinforzare valori della vita che io ormai considero rivoluzionari, come lavorare meno ( se possibile), guadagnare meno, consumare meno, stare di più con la famiglia, gli amici, con la natura e riuscire finalmente a rilassarci di più.

    Soprattutto, una delle litanie che ho sentito spessissimo nei miei anni di insegnamento: “Non ho tempo”, “Sono troppo impegnato!”, ” Il lavoro mi assorbe troppo”, ecc…, 9 minuti ti denudano perchè sono accessibili a qualsiasi essere umano impegnatissimo, e ti confronteranno in profondità sulla tua vera volontà di fare qualcosa di buono per te stesso…

    Che ne dici?…ci vuoi provare? puoi trovare 9 minuti nella tua ricchissima giornata stressante per dare un piccolo prezioso aiuto a te stesso?

    Prima di iniziare la pratica della sequenza

    Se vuoi provare a praticare questa sequenza e non hai mai fatto il Kundalini yoga, per favore leggi questo post che ho scritto dove illustro come aprire e chiudere lo spazio dello yoga. Se vuoi effetti importanti segui il più possibile le istruzioni. https://adharmapiaceloyoga.com/struttura-di-una-lezione-di-yoga-kundalini/

    Sarà importante che apri con i mantra destinati e poi alla fine chiudi con gli altri.

    Rispetta la costruzione della sequenza e non superare i tempi massimi dati.

    In questa sequenza il respiro è tutto con il naso.

    Per mantenere il tempo in modo corretto ti suggerisco l’utilizzo di un timer. Io continuo a servirmi del modello che illustro in questo articolo, perché non amo le suonerie invadenti e continue.

    https://adharmapiaceloyoga.com/praticare-e-insegnare-yoga-con-lutilizzo-del-timer/

    PUOI SCEGLIERE ANCHE DI PRATICARLA CON ME QUI 👇

    Primo passaggio

    Posizione: Siedi a gambe incrociate sul pavimento, oppure su di una sedia cercando di non appoggiare la schiena allo schienale, e mantenendo i piedi ben appoggiati a terra alla larghezza delle anche. Mantieni la colonna vertebrale ben diritta, in entrambi i casi, e il mento leggermente rientrato.

    Piega il gomito destro in modo che l’avambraccio sia di fronte al corpo, con il palmo della mano rivolto in basso. La mano sinistra è poggiata in grembo rilassata.

    Movimento: Senza piegare il polso, muovi la mano destra velocemente in su e in giù, dalla punta del naso fino all’altezza dell’ombelico. Esegui il movimento in modo veloce e potente. Metti tutta la tua forza vitale nel movimento.

    Focalizzazione occhi: Chiudi gli occhi e rivolgi lo sguardo verso il centro del mento attraverso gli occhi chiusi. Mantieni questa focalizzazione per tutta la durata della sequenza.

    Tempo: fallo per 1 minuti e poi passa subito senza interruzioni alla fase successiva.

    Ora chiudi la mano sinistra in un pugno stretto e continuate a muovere la mano destra in su e in giù.

    Tempo: 2 minuti.

    Questa azione agisce sulla psiche del cuore.

    Durata totale dei due passaggi: 3 minuti massimo.

    Per chiudere: ferma il movimento, mantieni la posizione di partenza. Inspira profondamente dal naso, tieni l’aria dentro per circa 15/20 secondi, espira e rilassa la posizione.

    Secondo passaggio

    Posizione: rimani seduto a gambe incrociate. Porta le braccia ai lati del corpo e piegale in modo che gli avambracci siano paralleli al pavimento. Il palmo sinistro è rivolto verso terra e il palmo destro è rivolto verso il cielo.

    Movimento: In modo alternato muovi ciascun avambraccio in su e in giù come se dovessi far rimbalzare delle sfere con le mani. Esegui il movimento potentemente, (la velocità è da uno a tre movimenti al secondo).

    Tempo: 3 minuti massimo.

    In questo modo stai attivando al tuo comando gli elementi terreni e celesti in te bilanciandoli.

    Durata: 5 minuti massimo.

    Per chiudere: ferma il movimento, mantieni la posizione di partenza. Inspira profondamente dal naso, tieni l’aria dentro per circa 15/20 secondi, espira e rilassa la posizione.

    Terzo passaggio

    Posizione: porta le mani sul centro energetico del Cuore, con la mano destra sopra la sinistra.

    Movimento: piega il collo verso sinistra, portando l’orecchio sinistro verso la spalla sinistra. Riporta il collo su al centro e poi piegalo verso destra, portando l’orecchio destro verso la spalla destra. Continuare a inclinare la testa a sinistra e a destra. Mantenendo gli occhi, rilassati nel movimento.

    Tempo: 2 minuti massimo.

    Questo esercizio permette al collo di riallinearsi.

    Passa delicatamente alla posizione successiva, senza pause.

    Posizione: allunga le braccia in alto con le dita separate tra loro il più possibile. Strizza tutti i muscoli del corpo allungandoti verso l’alto.

    Tempo: 1 minuto massimo.

    Chiusura: mantenendo la posizione inspira profondamente e espirando rilassa.

    Commento originale

    Lo stress è una parte essenziale della vita moderna. Ognuno ha bisogno di tecniche antistress. Questi 9 minuti di meditazione sono un controllo ghiandolare autoindotto. Le ghiandole sono le guardiane della vostra salute. Potete innescare il vostro sistema per servire voi stessi. Per esempio, nel primo esercizio, Yogi Bhajan dice: “La mano destra invia un messaggio di calma, mentre il pugno sinistro invia un messaggio al sistema nervoso per svegliarlo. Il sistema nervoso allerta il sistema ghiandolare, i globuli bianchi e Il cervello comunica alla pituitaria, la ghiandola maestra, di agire. La pituitaria dice al sistema ghiandolare di fare del suo meglio, il corpo lavora per riequilibrarsi e la chimica del corpo si modificherà “.

    Riassunto tempi:

    Prima posizione: 3 minuti ( 2 con mano sinistra rilassata e 1 con mano sinistra chiusa a pugno).

    Seconda posizione: 3 minuti.

    Terza posizione: 2 minuti e 1 con le braccia stese verso l’alto.

    Per approfondire

    Sono tante le tradizioni di yoga che si prendono cura in specifico dello stress. Questi libri sono molto interessanti se vuoi approfondire come lo yoga approccia lo stress.

    Yoga e Stress
    La scienza dello yoga per alleviare lo stress
    Yoga e Stress
    Indicazioni terapeutiche dal più antico sistema spirituale
    Yoga - l'Antidoto Naturale allo Stress
  • Potrebbero interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento