• Meditazioni / Pratichiamo Yoga / Vivere lo Yoga

    Meditiamo insieme per una possibile comunità evoluta

    Titolo originale della meditazione: “Becoming the sound current”.

    La foto con questi meravigliosi giovanissimi, prezioso bene per il nostro futuro, è della fotografa Giuditta Pellegrini che ringrazio di cuore per avermi permesso di usarla.

    La yogini e la donna che io sono

    In questi giorni con il divenire di queste turbolenze sociali, come non ne vivevamo da tempo, il mio animo di yogini ribolle accanto alla mia parte umana di semplice donna che è sgomenta e incredula.

    Sento che ho necessità di continuare a nutrire la fede che possiamo arrivare un giorno a vivere in una società democratica, in cui c’è posto per tutti, in cui la minoranza viene rispettata, in cui i deboli sono tutelati su tutti i fronti , in cui si convive con armonia e rispetto tra umani e con la natura, gli animali, le piante.

    Forse un’utopia?

    Probabile vedendo quello che l’essere umano è stato capace di fare ai suoi simili e alla terra nel corso del tempo.

    La yogini che è in me spinge per nutrire questa speranza e mi ricorda che abbiamo una tecnologia che è al servizio di un “possibile umano evoluto” come mi piace chiamarlo.

    E la mia conoscenza del Kundalini Yoga mi porta a rinnovare la scelta come possibile impegno yogico meditativo di un mantra molto prezioso che può risanare dentro di noi la ferita umana di vedere crollare una democrazia in violenze gratuite verso persone inermi che stanno osando di lottare per veder rispettati i loro diritti.

    Siamo in tanti a sentire questo sordo dolore nel cuore e non voglio collegarlo ad essere in una fazione più che in un altra, voglio andare oltre e riconoscere che questo dilaniamento non fa bene a nessuno, anche a chi ne è inconsapevole o rimane fisso su giudizi superficiali, affrettati oppure generati da luoghi comuni che ormai hanno fatto il loro passo.

    40 giorni di pratica insieme

    Per tutto questo ho deciso di integrare nella mia pratica quotidiana questa meditazione e di aprire con regolarità alcuni momenti gratuiti pubblici di condivisione nella settimana, con la speranza che possa essere di aiuto a tanti, me compresa.

    Ci troveremo su Zoom ogni:

    Lunedì alle 7:00

    martedì alle 20:30

    venerdì mattina alle 7:00

    ACCESSO ZOOM:

    Entra nella riunione in Zoom

    https://us02web.zoom.us/j/89887113927?pwd=ays1ckI4V3RxWlpiMWQrRlJpTU1BUT09

    ID riunione: 898 8711 3927
    Passcode: 888112

    Se ti aggiungi in ritardo per favore entra con l’audio già silenziato, e sarebbe bene che tu avessi già vibrato i mantra di apertura per aprire lo spazio sacro della meditazione. Così come se esci prima ti suggerisco di vibrare almeno il SAT NAM.

    Qui puoi scaricare i mantra di apertura e chiusura se non li conosci.

    La meditazione

    Prima di iniziare la pratica della meditazione

    Se hai deciso di praticare questa meditazine da solo e non hai mai fatto il Kundalini yoga, per favore leggi questo post che ho scritto, dove illustro come aprire e chiudere lo spazio dello yoga. Segui il più possibile le istruzioni. https://adharmapiaceloyoga.com/struttura-di-una-lezione-di-yoga-kundalini/

    Brevemente ti ricordo che:

    • è importante aprire con i mantra destinati, e poi alla fine chiudire con gli altri.
    • rispetta la costruzione della meditazione, e non superare i tempi massimi dati.

    Posizione: siedi in Posizione Facile o Sukhasana con la schiena dritta.

    Occhi: Gli occhi sono chiusi oppure a perti di 1/10. Metti a fuoco attraverso il 3° occhio alla radice del naso.

    Mudra: porta la punta del pollice a contatto con la punta dell’indice in Gyan Mudra, poggiando le mani sulle ginocchia con i palmi rivolti in avanti. Mantieni le braccia ben stese.

    Mantra: Il mantra che devi vibrare a voce alta è HAMI HAM BRAHM HAM. Qui trovi qualche informazione in più.

    HAMI HAM / noi siamo noi.

    BRAHM HAM / noi siamo Dio.

    Versione del mantra segnalata da usare nelle specifiche della meditazione, a questo link potrai acquistare la versione corretta: https://www.mantradownload.com/en/01-humee-hum-nirinjan-kaur-khalsa.html

    In ogni caso se non viuoi acquistarla usa un altra versione che ti piace.

    Qui trovi una piccola selezione che ho fatto per me.

    Durata: il tempo totale è di 31 minuti.

    Naturalmente se sei ai primi approcci con il Kundalini Yga e forse con la meditazione, inizia con 11 minuti e poi con calma prenditi il tempo per costruire il tempo totale.

    Chiusura:

    1- inspira profondamente dal naso, trattieni l’aria dentro per 15/20 secondi. Quindi espira.

    2-Inspira profondamente, tieni l’aria dentro e pompa l’ombelico dentro e fuori più veloce che puoi per circa 15/20 secondi ( se hai le meustrazioni non farlo), espira.

    3- Inspira profondamente, tieni l’aria dentro e senti il respiro nel tuo intero corpo sempre per circa 15/20s econdi, espira e rilassa.

    Quindi siediti assolutamente immobile per un minuto.  

    Senti la tua presenza.  Senti la tua sensibilità. Consenti a tutti i movimenti dell’universo di raggiungere la riva della tua quiete.

    Commento originale alla meditazione

    Canta questi suoni potenti; ti avviseranno e ti collegheranno al tuo Centro del Cuore. Il tuo compito è quello di aprire i tuoi sensi a ogni sensazione che il mantra risveglia nelle tue emozioni e pensieri corporei.  Presta attenzione anche agli aspetti più sottili della tua aura e della tua linea d’arco. Ascolta semplicemente il suono del mantra. Tieni la mente sul suono, lo spazio che crea, il flusso dei movimenti della lingua e le labbra, la punta delle sopracciglia, il petto, il cuore e l’ombelico. Ascolta il suono mentre lo produci. Ascolta la sottile eco energetica del suono in tutto il tuo corpo. Stabilisci gradualmente il tuo senso di Sé come testimone. Essere presenti. Sii consapevole della tua consapevolezza; percepisci il flusso di tutte le tue sensazioni. Nota quando sei presente e impegnato e quando vai alla deriva. Sperimenta il mantra che dirige il flusso dei pensieri.  

    Sperimenta la quiete che si intensifica e si rilassa al centro di tutto ciò che sei.  

    Puoi meditare sul significato del canto. Le parole ci ricordano che siamo Interconnessi, uno con tutto ciò che sappiamo e tutto ciò che non sappiamo. Proprio come il cuore fa circolare sangue e sostanze nutritive in ogni cellula, i suoni di questo mantra sono il battito cardiaco che fa circolare il praana curativo e la coscienza in tutto il tuo essere, mentre ti rilassi nella forma sottile del canto, noterai onde di apertura, rilassamento, connessione e guarigione,

    Vedi tutto ciò che sei: il più e il meno della tua personalità; il gioco di luci e ombre dei tuoi karma; i continui cambiamenti nei tuoi ambienti e nelle tue relazioni.

    Il mantra costruisce la tua compassione per te stesso in modo che tu possa essere completo; permette al tuo Sé di essere e di ESSERE.  Entra in profondità in questo canto; partner con il tuo Se.

     

    Qui trovi un video che ho fatto per permetterti di praticare con me quando puoi o vuoi all’interno della tua giornata.

     

  • Potrebbero interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento