• Meditazioni

    Meditazione per imparare a meditare

    La meditazione che segue è a mio avviso una piccola perla, così essenziale,con un potenziale infinito.

    Non l’ho mai praticata per me, ma insegnata spesso, tutte le volte che la propongo mi accorgo che apre spazi speciali, ho sempre visto gli allievi immergersi profondamente, come se il tempo si fermasse e non ci fosse più necessità di andare, fare, cercare… ma semplicemente essere.

    E’ capitato anche che qualcuno abbia fatto fatica a senitre il battito del cuore e magari ha passato tutto il tempo a spostare le dita in continuazione, può succedere, perchè quello che sembra così banale e cioè trovare e ascoltare il battito del proprio cuore non lo è affatto, per nessuno di noi.

    Quando ce la fai, questo contatto con questo suono che ci appartiene dalla pancia della mamma, io sento che ci riporta a casa nel più profondo del nostro essere.

    Te la suggerisco caldamente, soprattutto se hai necessità di pace, se senti che vuoi tornare a casa e non sai bene neanche dove sia questa casa, ti porterà al centro del tuo essere nel tuo più profond cuore.

    Prima di iniziare la pratica della meditazione

    Se hai deciso di praticare questa meditazine e non hai mai fatto il Kundalini yoga, per favore leggi questo post che ho scritto, dove illustro come aprire e chiudere lo spazio dello yoga. Segui il più possibile le istruzioni. https://adharmapiaceloyoga.com/struttura-di-una-lezione-di-yoga-kundalini/

    Brevemente ti ricordo che:

    • è importante aprire con i mantra destinati, e poi alla fine chiudire con gli altri.
    • rispetta la costruzione della meditazione, e non superare i tempi massimi dati.

    Per mantenere il tempo in modo corretto ti suggerisco l’utilizzo di un timer. Io continuo a servirmi del modello che illustro in questo articolo. https://adharmapiaceloyoga.com/praticare-e-insegnare-yoga-con-lutilizzo-del-timer/

    LA MEDITAZIONE

    Posizione: siedi in Posizione Facile o Sukhasana con la schiena dritta, con un leggero jalandhara bandha.

    Mudra: con le quattro dita della mano destra senti il battito sul polso sinistro. Forma con le dita una linea dritta, leggermente appoggiata, in modo tale da sentire il battito con ognuna di esse. Ad ogni battito del cuore, vibra mentalmente il mantra SAT NAAM.

    Occhi: focalizza gli occhi leggermente chiusi al Punto del Terzo Occhio (tra le sopracciglia).

    Mantra: SAT NAAM.

    Durata: continua per 11 minuti. Costruisci con calma fino a 31 minuti massimo.

    Chiusura: ispira profondamente, tieni l’aria dentro per circa 15/20 secondi mentre contrai Mulabandha( strizza ano, organi genitali e ombelico), espira. Ripeti il ciclo per 3 volte in totale.

    Cautele: per le donne con le meustrazioni e incinte non contrarre Mulabandha.

    Commento originale:

    E’ una buona meditazione per chi non sa come meditare, o vuole accrescere la capacità della concentrazione in azione.

    Ti permette di controllare la reazione a ogni situazione e può portare dolcezza e orientamento anche alla mente più scellerata e sconclusionata.

  • Potrebbero interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento