• Meditazioni

    Meditazione Laya Yoga Kundalini Mantra

    Quando ho incontrato il Kundalini yoga l’aspetto che più ho amato sono stati i mantra. Ho sempre accolto nel cuore il loro potere vibrazionale immediatamente, in modo incondizionato, oltre il comprenderne le parole e il significato. Questa meditazione è una di quelle che ho amato di più. Come leggerai nell’ampio commento originale ( non ci sono spesso commenti così ampi) è un potente risveglio dell’energia Kundalini e della creatività ad essa collegata. Potrai ritrovare il suo ritmo e movimento a spirale nel canto specifico come richiesto dalla forma del Laya yoga, aprendoti al flusso della vita in te.

    Prima di iniziare la pratica della meditazione

    Se vuoi provare a praticare questa meditazione e non hai mai fatto il Kundalini yoga, per favore leggi questo post che ho scritto dove illustro come aprire e chiudere lo spazio meditativo. Nella nostra tradizione è molto importante, per averne garantiti effetti, attenersi il più possibile ad alcune regole che vi troverai indicate. https://adharmapiaceloyoga.com/struttura-di-una-lezione-di-yoga-kundalini/

    La meditazione

    Posizione: siediti in ​​Posizione Facile, con un leggero jalandhara bandha.

    Posizione degli occhi: Mantenendo gli occhi chiusi, concentrali verso il Punto fra le Sopracciglia.

    Mudra: Unisci le mani nella Posizione della Preghiera al centro del petto, o in Gyan Mudra con i polsi sulle ginocchia.

    Gyan Mudra.

    Mantra e visualizzazione:

    EK ONG KAAR- (AH) Il Creatore e la Creazione sono una cosa sola

    SAA TAA NAA MAA- (AH) Vera Identità

    SIRI WHAA- (AH) HE GU-RU Saggezza Grande e Indescrivibile

    La vibrazione di questo mantra è molto precisa:

    Su EK l’ombelico verrà naturalmente tirato in dentro verso la colonna vertebrale, e va mantenuta fino a HE GURU Su ogni “AH” finale alza saldamente il diaframma. Il suono “AH” è più il risultato di un forte movimento del diaframma che un suono pronunciato con uno scopo proiettivo. Rilassa l’ombelico e l’addome su HE GURU .

    Il suono ha una rotazione. Ha un ritmo da 3 cicli e mezzo. Quando vibri il mantra, immagina l’energia e il suono che salgono a spirale lungo la spina dorsale come un’elica che gira a destra, in senso orario, guardando dalla cima della spina dorsale fino alla base. Comincia dalla base della spina dorsale quando dai inizio all’energia dall’ombelico. Terminate con la concentrazione oltre la testa verso il Cosmo su HE GURU.

    Tempo: Continua per 31 minuti. Praticalo per 40-120 giorni.

    Per chiudere la meditazione

    Per 3 volte, mantenendo la posizione totale: inspira profondamente, tieni l’aria dentro mentre contrai ano, organi genitali e ombelico spinto in dentro verso la colonna per circa 20 secondi, espira rilassando la contrazione senza spostare le braccia. Con la terza espirazione rilassa e chiudi con i mantra di chiusura come descritto nell’articolo.

    Per mantenere il tempo in modo corretto ti suggerisco l’utilizzo di un timer.

    Io continuo a servirmi del modello che illustro in questo articolo.https://adharmapiaceloyoga.com/praticare-e-insegnare-yoga-con-lutilizzo-del-timer/

    Basi musicali

    Esistono alcune bellissime versioni musicali che possono aiutarti a mantenere il ritmo esatto. Ti suggerisco di usarle perchè se non lo fai, facilmente ti ritroverai a rallentare e quando si tratta di questa forma meditativa con mantra all’interno del Laya yoga, il ritmo corretto è molto, molto importante.

    La prima del mio amato Hansu Jot Singh:

    La seconda di Guru Charan Singh

    Long Ek Ong Kars & Laya Yoga Meditation - Gurucharan Singh CD
    Long Ek Ong Kars & Laya Yoga Meditation – Gurucharan Singh CD


    La terza di Paramjeet Singh e Kaur, molto ispirante.

    Commento originale.

    Questo straordinario canto di Laya Yoga rende presenti l’anima e il destino. Ti allontana dai conflitti attirati dal successo e dall’attività della Mente Positiva. Fa si che la tua attività sia al servizio del tuo scopo. Ti rende creativo e concentrato sulle priorità reali e ti aiuta a sacrificare tutto quello che è necessario per realizzarle.

    La parola Laya si riferisce alla sospensione dal mondo ordinario. Il Laya Yoga fissa la tua attenzione ed energia sulla tua essenza e coscienza più elevata senza le normali distrazioni e legami che hanno potere sulla consapevolezza reattiva. Questo mantra apre il libro segreto del Laya Yoga. Ti permette di ricordare consciamente e di sperimentare il legame tra te e il Creatore. Pratica il mantra per 40-120 giorni, getterå nel subconscio la memoria e l’esperienza della tua identità vera.

    Questo mantra era custodito come una gemma segreta, è la chiave per le porte interne del Naad, il regno del suono creativo. Se ascolti il suono del mantra e poi ti concentri sui suoi suoni sottili, vieni assorbito dal dominio illimitato del tuo Sé più elevato.

    Il mantra è una struttura di 3 cicli e mezzo nella sua rotazione. Ogni suono AH fa alzare il diaframma che commuta l’energia di prana e apana nell’area del cuore. Questa trasformazione è un ciclo. I tre cicli e mezzo rappresentano il ritmo della pulsazione della stessa kundalini. Ecco perché la kundalini é spesso rappresentata come avvolta tre volte e mezzo.

    Come per gli altri mantra genuini, è stato scoperto dall’osservatore che viaggia nei regni sottili della coscienza. È stato confermato da migliaja di praticanti che anno adottato la disciplina della meditazione. I suoni interiori possono essere uditi a diversi livelli di sottigliezza. Le vibrazioni del Naad hanno diverse ottave di impatto creativo.

    Questo mantra ti porta nel regno più sottile della creatività. Risveglia la forza della kundalini che energizza l’intera Creazione. Risveglia la tua consapevolezza e fortifica il senso del Corpo Sottile dell’Aura.

    La pratica della meditazione dà intuito e la capacità di curare. Quando pratichi questo kriya seriamente, sii consapevole e pieno di grazia verso ogni parola che pronunci. Non ascoltare le parole negative o le ingiurie degli altri. Ricordati che i peccati del passato appartengono al passato, e che alcuni dei maggiori santi erano peccatori all’inizio.

    Se hai l’opportunita di imparare e di praticare questa tecnologia di elevazione, te la siete guadagnata e la meriti. Quindi non esitare a usarla e a combattere per il progresso e l’espansione. Senti che la Volontà Infinita e la tua agiscono insieme. Azioni forti unite al non attaccamento rendere la vita una danza con grande creatività e gratitudine.

    Tratta dal “MANUALE INTERNAZIONALE KRI PER IL CORSO INSEGNANTI DI PRIMO LIVELLO”, acquistabile presso IKITA Italia, l’associazione insegnanti di Kundalini Yoga italiana: https://www.ikytaitalia.org/

  • Potrebbero interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento