• Essere Donna / Mantra / Vivere lo Yoga

    Mantra/Puta Mata Ki Asis: la preghiera della madre

    Da qualche giorno è passato il compleanno della mia amata figlia che sta diventando ormai sempre più adulta. Riflettevo in questi giorni su come l’ho vista in questi anni crescere e affrontare le tante sfide che la vita propone di base a ognuno di noi.

    Mi sono resa conto, scorrendo gli anni, che portarla nel mio cuore all’interno di una preghiera è qualcosa che come madre mi appartiene come respirare: lo faccio in modo spontaneo, naturale, senza bisogno di dare alla mia pregiera una struttura specifica.

    Non so quando è successo, neanche quando ho iniziato a rendermi conto che accadeva, forse nel dover scegliere innumerevole volte se reagire con paura, ansia, timore vedendola soffrire, agitarsi, essere smarrita, scegliere strade solitarie e coraggiose, ho scelto sempre di non utrire questi stati emotivi/mentali ma in qualche modo di elevare tutto questo sull’altare del mio cuore verso un sostegno rivolto al potere dell’invisibile e dell’infinito.

    Non so se questo accade anche a te nel tuo cuore di madre, comunque sappi che esiste una preghiera importantissima che ho scoperto tanti anni fa nel Kundalini Yoga che esprime proprio il potere del cuore di una madre, quella preghiera che sorge da li è che può fare dei veri e propri miracoli: PUTA MATA KI ASIS. Io la considero un vero e proprio atto di profondo amore per mia figlia ❤️

    Voglio proprio condividerla con te con l’intento che possa starti vicino quando come mamma sei smarrita e non sai come sostenere o aiutare i tuoi figli, quando vuoi donare loro qualcosa ad un livello che va a nutrire il mistero dell’anima e della vita.

    Qui trovi un piccolo seminario dove potrai imparare la preghiera che illustro dopo:

    Il mantra la preghiera della madre: Puta Mata Kii Asiis

    All’interno della tradizione dell’ incredibile mondo del Suono Sacro del Kundalini yoga che arriva dal Sikhismo, Puta Mata Ki Asis esprime l’amore profondo che una madre ha per i propri figli che si manifesta attraverso la speranza che possano trovare le migliore risorse interne ed esterne per andare verso i propri destini, la capacità di dare loro una benedizione nel riconoscere il Divino in se stessi e nella vita. 

    Yogi Bhajan ha insegnato, all’interno dei suoi insegnamenti rivolti al femminile, alle madri a ripetere questa preghiera per la protezione e la benedizione del loro bambino.

    Puta Mata Ki Asis arriva a noi da Bibi Bhani un personaggio femminile importante nella tradizione Sikh, che ha affiancato con la sua presenza la storia dei 10 Guru Sikh: infatti era figlia di Guru Amardas, moglie di Guru Ram Das, madre di Guru Arjan Dev, quindi nonna di Guru Hargobind, bisnonna di Guru Har Rai, bisnonna di Guru Harkrishan, bisnonna di Guru Tegh Bahadur, bisnonna di Guru Gobind Singh.

    Viene ricordata come grande esempio di saggezza, servizio, forza e preghiera,

    Bibi Bhani compose Puta Mata Ki Asis come una preziosa benedizione verso il proprio figlio Guru Arjan quando se ne andò di casa.

    Non me ne volere ma leggendo online la vita di questa donna, sono sorte in me riflessioni che potrebbero provocare una discussione interessante su come mai le donne non sono insignite di ruoli come quello di Guru…che dire?…non ho riposte, ma, chissà, essendo lei stata all’interno di questa incredibile dinastia di uomini saggi in ruoli chiave nella vita di ognuno di loro, il suo contributo è stato probabilmente importante, e anche se alla storia non è passata con il titolo di Guru…chissà forse in realtà non ne aveva bisogno…cosa ne pensi?

    Come usare Puta Mata Ki Asis

    Puoi sicuramente trovare una relazione con questa preghiera tutta tua, ascoltando in tuo sentire più profondo. Ci sono madri che la recitano ogni giorno, altre la ripetono per 11, 56, o 108 volte il giorno del compleanno del loro figlio/a.

    Io l’ho recitata in alcuni momenti e la ripetevo per 11 volte di seguito ogni giorno, ponendola a fianco della mia pratica di yoga, come chiusura dopo la meditazione.

    Ma puoi anche trovare un piccolo spazio quando vuoi, anche cucinando…infondo noi donne siamo abili nel fondere le nostre preghiere con la vita di tutti i giorni no?

    Puoi usare una base musicale, soprattutto per imparare la pronuncia al meglio, ma puoi anche recitarla in monotono con la tua voce come unico strumento.

    Trovi Puta mata Ki Asis e molti altri mantra della tradizione del Kundalini yoga in questo libro:

    Testo e traduzione della preghiera

    Di seguito trovi il testo traslitterato dall’alfabeto Gurmukhi che ho cercato di rendere il più possibile utile alle persone di lingua italiana. Per il testo originale nel linguaggio Gurbani, che si basa appunto sull’alfabeto Gurmukhi, vai a questo link https://www.sikhnet.com/oldsikhnet/GurbaniKirtan/tt_0674a.pdf

    Puta Mata Ki Asis 
    
    Jis simarat sabh kilvikh naaseh pitarii ho-i udhaaro. 
    So har har tum sad hii jaap-ho jaa kaa ant na paaro.
    Puta mata ki asis
    Nimakh na bisara-o tum ka-o har har sadaa bhajhu jagadiis.   Rahaa-o
    Satigur tum kao ho-i de-i-aalaa sant sang terii priit.
    Puta mata ki asis 
    Kaapaṛh pat paramesar raakhii bhojan kiirtan niit.
    Amrit piiv-ho sadaa chir jiiv-ho har simarat anad ananta.
    Puta mata ki asis 
    Rang tamaasaa puuran aasaa kabeh na bi-aape chintaa
    Bhavar tumaaraa ih man hova-o har charṇaa hohu kola
    Puta mata ki asis 
    Naanak daas un sang lapaṭaa-i-o ji-o boondeh chaatrik molaa.
    Puta mata ki asis. 
    

    La Traduzione:

    O Figlio mio, questa è la benedizione e la preghiera di tua madre per te.
    Ricordando il Signore, i peccati sono cancellati, e si liberano i propri antenati.
    Canta sempre il Nome del Signore, Har Har, che non ha fine, nè limiti
    O Figlio mio, questa è la benedizione e la preghiera di tua madre per te.
    Possa tu non dimenticare nemmeno un istante il Signore Dio e ripeti sempre Har Har. Pausa.
    Possa il Vero Guru essere gentile con te e possa tu amare la compagnia dei Santi.
    O Figlio mio, questa è la benedizione e la preghiera di tua madre per te.
    Grazie al Signore Trascendente, la preservazione del tuo onore sia il tuo abito, il canto delle sue lodi il tuo cibo. 
    Possa tu bere il Nettare immortale di Dio, e possa tu vivere eternamente, nel piacere infinito del ricordo meditativo del Signore.
    O Figlio mio, questa è la benedizione e la preghiera di tua madre per te.
    Possano la contentezza e il piacere essere tuoi, le speranze realizzarsi, le preoccupazioni non affliggerti mai.
    Possa la tua mente essere come il calabrone, i Piedi di Loto del Signore diventino il fiore
    O Figlio mio, questa è la benedizione e la preghiera di tua madre per te.
    Dice Nanak il servitore, lega la mente in questo modo e giosci come il Chatrik (un uccello) che è assetato e desidera una goccia di pioggia.
    O Figlio mio, questa è la benedizione e la preghiera di tua madre per te.

    Qualche versione musicale

    Ho messo assieme alcune versioni che a me piacciono, sicuramente ne troverai delle altre.

    Scegli quella che più ami e poi recitala così senza troppe strutture per poter entrare in relazione alla sua corrente sonora.

    E come sempre grazie di essere arrivato/a fino a qui. Lasciami un commento se ti è piaciuto questo articolo.

    PRATICA CON ME!

    Per iscriverti alle mie lezioni online clicca qui

    Un caro saluto a tutti!

    Dharma

    Qualche libro sulla storia dei Sikh

    Strumenti per produrre il suono sacro:

    Turbanti: strumento prezioso per la qualità della tua pratica

  • Potrebbero interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento