• Poesie

    Le terre selvagge. Poesia

    OH! Terre Selvagge!

    Sedotta mi avete!

    Giorno dopo giorno svelato mi avete i vostri più intimi segreti

    Fatti di luce e di ombre

    Di venti lievi come una carezza sognata e potenti come l’abbraccio appassionato di un focoso amante!

    OH! Terre Selvagge!

    che parlano al mio cuore indomito!

    Che cavalca la vita senza ritegno,

    con la bocca aperta a sorridere, ridere e gridare di un piacere che sale su da una terra rossa che accende

    divampa come un fuoco ardente, che solo il torrente di un acquazzone può placare.

    E mi perdo, smarrita e felice nei rami divelti, nel carosello di arbusti abbracciati, in nicchie ombrose odorose di vita, di profumi puri come l’anima di un bimbo.

    Un labirinto verde che sa di vita, di morte, di vita e ancora morte, in un amplesso divino senza fine.

    E mi tingo di verde, di giallo, di rosa, di bianco, di azzurro, dei mille colori dell’arcobaleno,

    In un oblio vibrante

    E muoio come Donna

    E rinasco Ninfa di un mondo incantato, fulcro dell’essere.

    E sto sull’argine senza tempo.

    Sospesa.

    Finalmente libera di esistere.

    Anna/Dharma

    Aprile 2021 valle d’Itria, Puglia

    Ci sono luoghi attorno a dove abito qui nella campagna pugliese, terra forte, generosa e potente, abbandonate da ormai tanti anni dall’uomo. Per qualche misteriosa ragione nessuno se ne cura più, e lascia così libera Madre Natura di riportare la sua incredibile armonia e senso del bello, che sa di un intreccio potente di vita e morte. Io le chiamo “Le Terre Selvagge”, e sono i miei luoghi di medicina per il mio cuore affaticato e per la mia mente confusa. In realtà stanno diventando la mia vera casa…e qui ritrovo il senso del sacro e torno a nutrirmi e a sperare….

  • Potrebbero interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento